Considerata di difficile comprensione, la musica di Cecil Taylor il più rivoluzionario pianista del XX secolo è in realtà un’esperienza sensoriale coinvolgente, che chiede all’ascoltatore uno stimolante equilibrio tra ragione e abbandono. In questa conversazione ci avventuriamo passo passo nelle pieghe di una musica unica, audace, vertiginosa, originalissima. E prima della lezione, tra ragione ed equilibrio, i sapori inconfondibili di Chinotto Aranciosa e Limoncedro nel foyer della Sala Petrassi.